lunedì 8 aprile 2013

Primula alternativa




Qualche settimana fa, in occasione del mio compleanno, mi sono dilettata nell'acquisto di qualche nuovo fiore primaverile, da posizionare nelle fioriere da ringhiera, per sostituire gli spazi vuoti lasciati dalle stagionali dell'anno scorso, come le petunie, e successivamente i ciclamini, che hanno da tempo esaurito il loro ciclo vitale.
Tra i vari acquisti, uno mi piace in particolare e già da quando l'ho vista vivaio ha colpito la mia attenzione, tanto da non avere dubbi se portare a casa l'oggetto del mio desiderio.



Il fiore a cui mi riferisco che vedete qui sopra in tutto il suo splendore è una primula denticulata, ancora non molto diffusa, che potete osservare nella foto sotto davanti agli altri vasi sul tavolo esterno, immortalata appena arrivata a casa, prima del posizionamento in fioriera.


Questa erbacea perenne, seppur di modeste dimensioni, produce sorprendenti fiori a forma pon pon, simili a piccoli allium, che si schiudono ogni primavera.
Adatte per essere piantate in vaso e nelle aiuole, oppure nelle zone più umide e ombreggiate del giardino, pare possano regalare belle soddisfazioni.

Le avevo già notate la primavera scorsa, ma non c'era stata l'occasione giusta per l'acquisto, e ora che sono riuscita ad averne un esemplare, mi sono informata sulla loro coltivazione e caratteristiche.

Il colore più diffuso dei fiori è il lavanda, proprio come la mia, ma questo tipo di primula si può trovare anche di tonalità più scure, come nella varietà Rubin, color rosso porpora, oppure bianche, come nella forma spontanea Alba, oltre a varie sfumature di rosa.


Coltivarle a macchie in mezzo al prato dovrebbe creare un colpo d'occhio di grande effetto! 


Come già accennato, predilige le posizioni ombreggiate, nelle zone che rimangono bagnate a lungo, oppure dove l'acqua tracima, perfetta vicino a stagni o laghetti.
Ideale anche la messa a dimora alla base di arbusti a foglia decidue, dove godranno di un'ombra protettiva ma luminosa nel periodo estivo, ma del sole tiepido primaverile.
 
Peccato aver letto queste preziose informazioni solo dopo averle piantate nel vaso, altrimenti sarei stata tentata di posizionarle sotto qualche albero, anziché nella fioriera del patio.
Si può coltivare anche nel giardino roccioso.




Come si può notare dalle immagini il fiore è globoso e l'altezza della piantina è di circa 30 cm.
Fiorisce nei mesi di aprile e maggio.
Con il tempo, le piante formano dense rosette di foglie verde chiaro, che continuano a svilupparsi anche alla fine della fioritura diventando più grandi e si seccano in autunno, quando non sono ancora visibili i germogli dell'anno successivo.

Prediligono un terriccio di messa a dimora da acido a neutro, fresco e ben drenato.
Al momento della messa a dimora, assicuratevi che il colletto delle piante si trovi allo stesso livello del suolo.

Se pacciamate con compost o concime organico in primavera dopo la piantagione, sarà il nutrimento sufficiente fino all'autunno. 
Le primule devono essere mantenute costantemente umide nel periodo estivo, per evitare che appassiscono, e se  la base della piantina viene pacciamata sarà più facile mantenere il terreno umido.Se i fiori appassiti vengono eliminati, si agevola la formazione di nuovi boccioli. 
In inverno ponete i vasi delle primule in luoghi riparati dalle forti piogge e dal gelo.

Le primule denticulate possono essere attaccate dalle limacce e dalle chiocciole; per combatterle senza danneggiare l'ambiente ed intossicare altri innocenti animali, leggete qui come fare:  Rimedi naturali anti lumache
Se seguirete questi facili consigli otterrete bellissime primule denticulate che rallegreranno fin da ora la vostra primavera!

13 commenti:

  1. Sono bellissime! Ma io non riesco ad uscire sul terrazzo per il troppo freddo, non ne posso più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tieni duro Laura, il meteo dice che da domani inizia la primavera!

      Elimina
  2. E' un fiore davvero straordinario, non lo conoscevo. P.S.: hai comprato anche il tappetino? :-) che ficcanaso che sono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il tappetino era uno degli acquisti, curiosina!!!
      Ho preso anche altre piantine che ho invasato domenica ma che non ho ancora fotografato.
      Ciao Marta, continua a baciare i micetti anche per me!!!

      Elimina
  3. Meravigliose queste primule!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me sono più belle di quelle classiche!
      Ciao Geillis.

      Elimina
  4. bellissime...le ho viste anche qui al garden....magari ci faccio un pensierino!
    fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, li da te credo ci sia un clima anche migliore per le primule.
      Pensaci seriamente.
      A presto!

      Elimina
  5. Ma che belle...non mi è ancora capitato di vederle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patty, se vai nei vivai un pò forniti questo mese dovresti trovarle.
      Anche per me sono una scoperta recente!

      Elimina
  6. e noooo!!! non faccio in tempo ad esprimere un desiderio "piantesco" che tu me ne fai venire un altro!!! non conoscevo questa varietà di primula, e leggendo il tuo post mi sono pure immaginata dove potrebbe stare benissimo!!! uff... maledetta pecunia che scarseggia sempre e questi desideri scivolano per forza in secondo piano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale, mi spiace averti fatto gola....
      Capisco cosa intendi!!!
      Segnati un appunto per la prossima primavera, meglio diluire i desideri nel tempo... magari ti passa..;-)

      Elimina
  7. Qui ci sono un sacco di curiosità sulla primula!!!!
    http://www.cavernacosmica.com/simbologia-della-primula/

    RispondiElimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...