giovedì 18 aprile 2013

Il Giglio compie vent'anni!



Anche quest'anno alla fine di aprile, per tre giorni il Parco della Reggia di Colorno, sarà la meta preferita degli appassionati dei fiori e del giardinaggio. 

Nello splendido scenario del giardino storico della piccola Versailles in provincia di Parma, dal 26 al 28, solo ad una quindicina di chilometri da casa mia, si svolgerà la ventesima edizione di una delle più curate manifestazioni italiane, dedicata a chi cerca piante di qualità, o a chi vuole imparare a coltivare fiori e frutti speciali senza particolari competenze, grazie agli esperti a disposizione che sveleranno i loro segreti. 

Le mostre per gli amanti del giardinaggio in primavera sono tantissime e probabilmente si assomigliano un po' tutte, ma Nel Segno del Giglio ha uno spirito speciale in un contesto straordinario che ogni anno sa rinnovarsi e reinventarsi fra tradizione e innovazione
Il Parco Ducale non è certo una location comune, non fosse altro per le dimensioni del magnifico giardino all'italiana, disegnato da Le Notre.
Sarà per questi motivi che la mostra florovivaistica dal nome che evoca il fiore simbolo della dinastia dei Farnese, ogni anno registra sempre più adesioni, raggiungendo un rilievo internazionale.


Gli espositori che parteciperanno a questa edizione saranno circa 150, tra i vivaisti e le altre aziende legate al settore del verde.
Offriranno una scelta selezionata, di altissima qualità, non solo di piante e fiori, ma anche di arredi da giardino, strumenti per il giardinaggio ed il birdgardening, cibi biologici, brocantage, ecc., oltre a diverse opportunità di intrattenimento per adulti e bambini.

Il tema di quest’anno sarà la biodiversità.
Saranno presenti gli “agricoltori custodi”, cioè aziende agricole della Provincia di Parma che da diversi anni coltivano frutti e ortaggi di varietà antiche in via di estinzione, che in tanti anni di lavoro, sono riusciti a preservare dall'oblio circa 700 varietà di alberi da frutto. 
Da vent'anni a questa parte infatti un gruppo di insegnanti, agronomi e studenti di una scuola superiore di agraria di Parma, recuperano alberi da frutta, ortaggi e animali di specie in via di estinzione, cercandoli nei cortili di monasteri e nelle vecchie case di campagna. 
Così facendo hanno raccolto sementi preziose di ortaggi obsoleti o talee di piante come la susina di Maria Luigia, da offrire a chi voleva coltivarle, per farle diventare patrimonio di tutti.


Oltre ai prodotti di interesse botanico, si troveranno tante attività, giochi e intrattenimenti per i bambini, come il Teatro delle marionette, laboratori didattici tenuti da biologi e naturalisti esperti educatori, dedicati al birdgardening, alla biologia del gufo, alla tessitura della lana di pecora cornigliese con una tosatura in diretta, alla lavorazione della creta con l'uso del tornio.
Inoltre uno spazio apposito ospiterà tante iniziative sulla coccinella, insetto utilissimo perché divoratrice di afidi e amica dei giardinieri.
Gli adulti, tra le varie novità interessanti, potranno approfondire con dimostrazioni pratiche, le virtù del sapone di Marsiglia, che forse non tutti sanno, può essere usato come antiparassitario naturale sulle piante.

Il programma completo della manifestazione è disponibile all’ indirizzo Nel segno del giglio.it


Io non mancherò certo di partecipare, così come faccio da 3-4 anni, sempre con molto entusiasmo, e mi piacerebbe tornare a casa con un abbeveratoio per gli uccellini, magari in ferro, che troverò sicuramente presso il fornitissimo stand francese sempre presente con tantissimi oggetti decorativi d'artigianato, come quelli nelle foto qui sotto.
Oppure vorrei acquistare una nuova clematis... (spero che uno non escluda l'altro)...
Chissà cosa mi attirerà di più....se continuerete a seguirmi lo scoprirete presto!



Orario della mostra: dalle 10 alle 19 - ingresso 7,50 euro.


Se volete curiosare nel mio post sulla mostra dell'anno scorso leggete: Nel segno del Giglio 2012, se invece volete sbirciare i miei acquisti cliccate qui: Nuovi arrivi in giardino

6 commenti:

  1. Quest'anno dobbiamo assolutamente cercare di andarci... me lo segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dai, quest'anno non hai scuse!
      Ciao Laura, buonissimo weekend!

      Elimina
  2. Che meraviglia questa mostra, e che ambientazione stupenda, peccato essere tanto lontana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ambientazione è davvero unica e gli stand tantissimi e fornitissimi, esposti con gran gusto estetico.
      Non si può tornare senza acquisti.
      Peccato che tu sia così lontana...
      Ciao Laura, buon weekend anche a te!

      Elimina
  3. c'è un premio alla lavanda per te
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Neve, grazie!
      Buon weekend piovoso!

      Elimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...