mercoledì 23 ottobre 2013

Come riconoscere gli uccelli di città

Forse non tutti i miei lettori sanno che questo blog è nato grazie alla volontà di diffondere il messaggio di aiuto verso gli uccellini che durante i mesi invernali hanno difficoltà a trovare cibo.
In pochi mesi il birdgardening è diventata una vera passione, anche se fino ad un paio di anni fà non sapevo nemmeno cosa fosse.
Con il passare del tempo, tramite l'esperienza diretta, giorno dopo giorno, le informazioni trovate in rete, e il materiale cartaceo, come quelli della Lipu, sono diventata un'apprendista appassionata.
Vorrei condividere pertanto alcune informazioni fondamentali utili per la conoscenza delle specie più comuni di uccelli e dei loro tipici comportamenti.
 
LIPU, che ho sempre ammirato per il lavoro che svolge in aiuto degli uccelli, ha realizzato un pratico depliant con le illustrazioni degli uccelli suddivise per gruppi secondo l'habitat, in cui si comprendono chiaramente l'aspetto e le proporzioni dei diversi uccelli, oltre a qualche riga informativa.
 
Vorrei iniziare la pubblicazione della miniguida, condividendo la parte riguardante gli uccelli che si vedono più spesso nella mia zona ed esattamente: gli uccelli che vivono nelle città.

Uccelli di città










Spero che le immagini e le brevi descrizioni del depliant Lipu possano aiutare più persone che hanno iniziato ad interessarsi ai piccoli amici alati, a riconoscerli, in particolare quelli più avvistabili in città, a cui spesso non si fa tanto caso.
Mentre scrivo diversi uccellini passano e si appoggiano sul mio balcone, come se sapessero che sto parlando di loro.
Fra pochi giorni, appena le temperature si abbasseranno sotto i 10 gradi, dovrò iniziare il mio passatempo invernale preferito: CIBARLI!
Non  vedo l'ora di potermi occupare di loro in cambio di canti e visioni dolcissimi!

**********************************************************************************************************

19 commenti:

  1. Risposte
    1. Ma pregoooo!
      E' stato un vero piacere Marta!
      Tanti baci.

      Elimina
  2. Molto interessante! Presto ricominceranno le loro visite nei nostri giardini, è davvero bello osservarli da vicino e con questa guida sarà più facile riconoscerli! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio sia utile a tutti gli appassionati di pennuti come me!
      Un bacione e a presto Lolle.

      Elimina
  3. Ilaria anche io non vedo l'ora!!! Quest'anno tra l'altro mi sono attrezzata e ho comprato due piccole mangiatoie :-)) GRAZIE a te per condividere queste informazioni ma soprattutto per trasmetterci la passione verso il birdgardening, è una cosa meravigliosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere sapere che ho contagiato molte altre persone e che tu sia stata una delle più care sostenitrici!
      A presto con tante foto di uccellini veri!

      Elimina
  4. e come non ricordare quelle simpatiche canaglie dei pettirossi?
    sono appena arrivati qua da me.
    e poi d'inverno io mi perdo ad osservare scriccioli, cinciallegre e capinere. quanto sono carini!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao M.R.!
      I pettirossi arriveranno in uno dei prossimi post sul birdgardening perchè nel depliant Lipu sono catalogati come "uccelli dei boschi", anche se in realtà frequentano spessissimo anche il mio giardino a pochi km dalla città, così come gli altri che hai citato.
      Io per ora sto vedendo tanti codirossi e tortore, ma sono molto fiduciosa che al minimo abbassamento delle temperature verranno tutti a pranzo!
      Grazie di essere passata!

      Elimina
  5. Ciao, un saluto da un'altra ornitofila! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te e benvenuta nel mio blog!
      Ho dato un'occhiata al tuo, molto, molto interessante!
      Voglio trovare il tempo di appronfondire e leggere con calma i tuoi bellissimi post da San Francisco (beata te!)
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Adesso sono in Italia, aspetto il freddo per cominciare a sfamare le cince!

      Elimina
  6. Cara Ilaria, nel mio giardino sul lago di Como ho posizionato due casette cercando di seguire le tue indicazioni. Ho anche messo nei pressi due "palle" di semi e grasso... spero che tutto questo abbia buon esito. Ho anche spostato la casetta per i pipistrelli che per due anni e' rimasta "sfitta".
    Ti faro' sapere. Grazie per le tavole sugli uccellini.
    Ti leggo sempre molto volentieri e ti faccio pubblicita'. Ciao, ciao. Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia!
      Non vedo l'ora di sapere quanti uccellini sei riuscita ad avvistare e a sfamare!!!
      Bravissima!

      Elimina
  7. Bellissimo post! Grazie,ne farò tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di essere passato.
      Non perderti le prossime tavole dove troverai altre bellissime immagini da tenere a portata di mano.
      Un bacione!

      Elimina
  8. Grazie Ilaria! cerco sempre di distinguere gli uccellini che mi capita di vedere e questo post mi aiuterà. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Patty, felice di essere utile!

      Elimina
  9. Bello! Tante volte osservando gli alberi attorno a casa mi sono accorta di sapere davvero poco... questo post mi tornerà molto utile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, come va?
      Ho fatto il post proprio allo scopo di aiutare gli appassionati come me nell'osservazione!
      Mi spiace di essere molto presa in questo periodo e di non riuscire a vederci...
      Ti mando un bacione!

      Elimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...