venerdì 17 febbraio 2012

Sole e tortore


Oggi questo bel sole sta facendo sciogliere la neve tutt'intorno, l'aria è diventata tiepida, quasi primaverile e sia io che i miei amici uccellini, siamo più arzilli del solito, e allora facciamo birdgardening!

Sul balcone infatti c'è un gran viavai di voli e di atterraggi.
Oltre ai soliti piccoli e buffi ospiti, fringuelli, cinciallegre, cinciarelle, passerotti e merli, tante tortore dal collare sono attirate dai semi che, prima coperti dalla neve, sono solo ora diventati ben visibili.

Le tortore orientali per le dimensioni maggiori rispetto agli uccellini dei post precedenti, non riecono a beccare i semi dalle palle di grasso appese ai rami per cui, fino a oggi, si sono procurate il cibo cercando i semi caduti sulla neve. 
Prendendo coraggio e attirate probabilmente dalla quantità dei semi intiepiditi sul pavimento del balcone, sono ore che si abbuffano indisturbate. 
Sono facilmente riconoscibili per il collare nero orlato di bianco sulla nuca e le piume color caffelatte.
Nella mia zona se ne vedono tante.

Non sembrano essere aggressive verso le cinciarelle (le più piccole dei miei ospiti, verso le quali ho un istinto di protezione maggiore) ma attendono appollaiate con pazienza sulla ringhiera, guardandole mangiare, per poi iniziare il loro turno.
Quando iniziano a beccare però si danno da fare, eccome!
E che spettacolo quando, spaventate da qualche rumore circostante, si alzano tutte simultaneamente in volo, mostrando le loro ali controluce.
Non si erano mai avvicinate così tanto e così numerose, quindi ne ho approfittato per scattare un pò di foto e mostrarvele.

Questa tortora tutta piume è la più bella!

E questa con la zampetta alzata?
Altre foto ancora se continuate....

 
Carine le tortore orientali, vero? 

Altre informazioni per chi volesse approfondire l'argomento:
Sono originali dell'Asia ma nello scorso secolo hanno allargato il loro habitat, adattandosi a vivere ad una stretta vicinanza con l’uomo, soprattutto in Europa. 
In Italia i primi avvistamenti risalgono agli anni 30, soprattutto in Pianura Padana.
Questa specie di uccelli della famiglia delle colombe, si riproduce da marzo ad ottobre. 
Costruiscono il nido con rametti, in modo un pò grossolano, sopra un albero, o un arbusto di grandi dimensioni, oppure sul cornicione degli edifici. 
Sono lunghe dai 30 ai 32 cm, e pesano dai 130 ai 200 g. (più piccole le femmine)
La femmina depone due uova di colore bianco, che cova per circa due settimane, da cui nascono due piccoli, che imparano a volare dopo un mese.
I semi sono la dieta principale, ma si nutre anche di frutta, erbe, insetti e piccoli invertebrati.
Risente di un rischio minimo di estinzione, infatti in questi ultimi anni si sta riscontrando una diminuzione a causa dell'inquinamento, ma anche dai trattamenti somministrati ai piccioni nei centri storici, che colpiscono anche le povere tortore.
Purtroppo la caccia ne diminuisce ogni anno il numero.

4 commenti:

  1. ciao Ila, molto bello il tuo blog!

    Giuseppe

    RispondiElimina
  2. Grazie, ci metto tanta passione.

    RispondiElimina
  3. che belle foto, brava! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, continua a seguirmi che ho tante idee da comunicare.

      Elimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...