martedì 5 giugno 2012

Zanzare che tortura!


Non se ne può più!!!


Il problema delle zanzare sta diventando sempre più ingestibile, almeno nella mia zona.
Siamo solo all'inizio della bella stagione, ma si rende già necessario prendere le giuste precauzioni per evitare di essere invasi da questi insetti molto fastidiosi che invadono il nostro giardino, o gli altri spazi che viviamo in estate.

Si può fare tanto grazie a diversi rimedi naturali, cioè tutte quelle soluzioni che non prevedono l'uso di alcuna sostanza nociva per l'ambiente.



Uno dei rimedi naturali da me adottato è la pianta antizanzare per eccellenza, la Catambra, di cui ho già parlato in un recente articolo, molto efficace nella sua funzione repellente, almeno se ci si trova nelle sue vicinanze.
L'altra soluzione attenta all'ambiente è l'installazione di batbox per i pipistrelli, che divorano migliaia di zanzare a notte, come già ampiamente spiegato in Lotta ecologica alle zanzare e come provveduto ad installare già da marzo: Ecco la mia bat box.

Esistono però molte piante che hanno un effetto repellente sulle zanzare comuni e tigri.
Se nel giardino o nei vasi da balcone inseriamo queste specifiche piante, le zanzare non saranno più un problema così presente.
In particolare sul balcone, dove lo spazio è certamente più ridotto, l'azione delle piante antizanzare si rivela più efficace che in giardino, soprattutto se si crea una barriera tutt'intorno.
Essendo per la maggior parte piante aromatiche, oltre a contenere essenze insettorepellenti, sono anche gradevoli all'uomo da annusare ed alcune si prestano anche ad altri usi.

Le essenze naturali sono sicuramente meno efficaci dei prodotti chimici, ma recenti studi hanno dimostrato che le zanzare nostrane (le comuni) sono poco abituate alle essenze repellenti provenienti da paesi lontani, come l’olio di neem o quello di andiroba, mentre le esotiche zanzare tigre sono più infastidite da alcuni aromi di casa nostra, oppure da piante che contengono princìpi attivi molto particolari come la catambra o la lantana.


Anche lo spray repellente naturale (protettuvo e lenitivo), a base di aloe vera, adatto ad adulti e bambini, è efficace e soprattutto ecologico!


Si trova in vendita qui.
 
Perchè non provare?
Una delle piante comuni più efficaci è il basilico, aromatica italiana per eccellenza.
Se lo piantiamo in giardino e meglio ancora in vaso (visto che è  considerato come annuale) potremo utilizzarlo sia in cucina, che come difesa naturale contro le zanzare, grazie all’intenso profumo che emana.

Anche il rosmarino, la lavanda, la salvia, la citronella, il limone, il cedro atlantico, l'eucalipto e la lantana svolgono la stessa utilissima funzione.
Stesso dicasi per la menta, che è meglio coltivare in una zona limitata del giardino perché molto infestante, a meno che non ne vogliate una piantagione intera nel giro di un paio di anni.
Pare che funzioni anche il pomodoro secco appeso alla finestra.
Creare un angolo di aromatiche nel giardino, magari non lontano dalla zona pranzo, ci può sicuramente aiutare per la loro potente azione anti zanzare, oltre che per la preparazione di ottimi piatti.


Un'altra pianta comunemente conosciuta per i suoi benefici repellenti è il geranio, che dona una nota di colore ai  balconi di tutta Italia.
Anche se all'olfatto umano non sembra avere un odore così sgradevole, in realtà le zanzare lo percepiscono come insopportabile.
Da esso viene estratto un principio che serve alla produzione di uno spray naturale, così come per la citronella e la catambra.
Questi rimedi naturali svolgono un'azione continua, per cui terranno lontano l’insetto malefico senza doversi ricordare di attivare apparecchi elettrici, coprirci di spray chimici e
ricorrere alla disinfestazione del giardino che serve solo ad uccidere gli insetti utili.
Prevenire è meglio che curare!
Una serie di azioni preventive agevolerà la nostra lotta stagionale alle zanzare.
Basta seguire alcune strategie per fare in modo di elminare le condizioni che favoriscono la presenza e la riproduzione di questo odioso insetto.

Tutti sanno che l'acqua stagnante è l'habitat ideale per le uova di zanzara, che da larve diventano insetto.
Ecco le semplici azioni da compiere per prevenire di essere invasi e punti dalle zanzare:

 
 * Eliminare o svuotare gli oggetti che contengono acqua stagnante come sottovasi, tombini, bacinelle, innaffiatoi, raccoglitori d'acqua, vasche, dove le zanzare depositerebbero le uova.
L'olio di neem è un ottimo larvicida, bastano poche gocce nelle acque stagnanti del  giardino, come sottovasi, grondaie e pozzetti, e impedirà che le larve si sviluppino allo stadio di zanzara.

* Bonificare i ristagni più grandi, come laghetti, fontane, abbeveratoi, è utile il larvicida Vectobac a base del batterio Bacillus Thuringiensis, in forma di pastiglia di piccole dimensioni, con impatto ambientale pari a zero e che impedisce la riproduzione degli insetti per 15 giorni.
I laghetti artificiali, i giochi d'acqua, i piccoli stagni, le vasche e le fontane sono comunque utili per la lotta ecologica perché attirano i predatori naturali di zanzare e delle loro larve, come le libellule, insaziabili divoratrici, rospi, rane, girini e possiamo arricchirli di bellissimi pesci rossi divoratori di larve.

* Evitare l'uso di cosmetici o prodotti per capelli a base di acido stearico, dalle quali le zanzare sono attratte.

* Assumere spesso vitamina A, almeno in estate, che trasudando attraverso la pelle la rende sgradevole a questi insetti.
 

* Vestire di colori chiari perché nella scala dei colori quelli scuri attirano maggiormente le zanzare
 

* Utilizzare prodotti antisudorazione come rimedi erboristici o omeopatici se siete soggetti con sudorazione particolarmente elevata.

La salvia comune può essere un'alleata per chi si diletta con l'erboristeria.
Con 15 gocce di olio essenziale diluite in 150 ml di acqua si prepara uno spray da applicare sul corpo come repellente. 
La salvia riduce la sudorazione e soprattutto è molto aromatica.


Per i bambini dopo i due anni, si può ricorrere a un rimedio omeopatico, il Ledum palustre, efficace repellente naturale.

Sul sito Mosquitoweb.it troverete preziosi suggerimenti e vari prodotti in vendita on line, di tipo ecologico.
Un esempio è l'ovitrappola che funziona creando un falso luogo di riproduzione.
Dopo alcuni giorni dal posizionamento  sarà possibile vedere le zanzare adulte volare nella zona chiusa della trappola.

La natura e i recenti studi dell'uomo ci danno gli strumenti per difenderci dalle temutissime zanzare.

Ora non resta che iniziare la lotta e speriamo che funzioni!
*************************************************************************************************************

9 commenti:

  1. A tutti questi buoni suggerimenti ne aggiungo uno anche io: attenzione ai repellenti antizanzare contenenti DEET (dietiltoluamide). Pare faccia più male all'essere umano che alla zanzara, ed è in quasi tutti i repellenti chimici in commercio! Qua l'articolo al riguardo:
    http://sottovoce360.blogspot.it/2012/05/repellenti-per-zanzare-attenzione.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della dritta!
      Terremo presente visto che sei un esperto di insetti e dintorni.
      Ciao.

      Elimina
  2. Cara Ilaria purtroppo le zanzare dalle mie parti compaiono a gennaio e restano fino a dicembre. Sembra incredibile vero? Quest'anno per la prima volta ne ho viste poche in questi ultimi mesi. Proverò con la Catambra e l'olio di neem per i sottovasi. Spero di trovarli! Il basilico, il rosmarino non sono sufficienti. Grazie per i tuoi consigli. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova le alternative allora.
      Per la Catambra cerca nei vivai ben forniti e l'olio di neem in erboristeria!
      Ciao cara!

      Elimina
  3. ho circondato la pergola dove ci piacerebbe restare a cena con citronella, lantana (ora deceduta), gerani a non finire, aromatiche e siamo letteralmente invasi dalla menta...niente da fare, alle 18 scatta il coprifuoco e cosi camicie, pantaloni lunghi e schiaffi a più non posso. Mi resta la speranza della catambra, sembra dal tuo vecchio post anche molto bella. Grazie delle tue informazioni sempre complete.
    ciao barbara

    RispondiElimina
  4. Metti nei tombini le pastiglie di Bacillus e togli l'acqua stagnante ovunque?
    Putroppo al tramonto è il momento peggiore!
    La catambra è una bella soluzione ma ce ne vorrebbe un boschetto...
    Mettila più vicina possibile alla zona dove vorresti cenare così dovreste essere protetti ma tieni conto che inizia a funzionare dopo qualche anno dalla messa a dimora.
    Io voglio comprare l'ovitrappola, poi vi aggiornerò...

    RispondiElimina
  5. Ciao, funzionano i repellenti naturali? in questo articolo sono elencati tutti i tipi di repellenti contro le zanzare! Da quelli naturali a quelli chimici: http://goo.gl/JprPLs Spero sia d'aiuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che l'efficacia dipenda molto dalla quantità di zanzare presenti nella zona.
      Grazie del link!

      Elimina
  6. Ciao...sono una prelibatezza per le zanzare...riesco a tenerle distanti solo con uno spray corpo biologico a base di oli essenziali di citronella, lavanda, basilico ed eucalipto http://goo.gl/GQTmb3

    RispondiElimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...