sabato 23 marzo 2013

Mahonia in bocciolo



Quello di cui sto per scrivere è l'ennesimo arbusto sempreverde presente nel mio giardino, ma con qualche differenza rispetto agli altri già trattati. 
Si chiama mahonia japonica e come dice il nome proviene dal Giappone.
È un arbusto di taglia media e di forma tondeggiante, molto apprezzato in quanto resistente sia al freddo che al caldo, difficilmente attaccato dai parassiti, che si accontenta dell'acqua piovana una volta adulto e che produce una bella fioritura a fine inverno seguite da bacche decorative nei mesi estivi.

Esistono molte varietà di mahonia, ma la japonica è senza dubbio la più bella.

Il suo fogliame nonostante sia sempreverde, cambia colore secondo la stagione, infatti è verde intenso in estate, ma diventa rosso acceso appena sente le prime gelate, fino a ritornare piano piano di nuovo verde con l'innalzarsi delle temperature primaverili.


Le foglie sono lucide e coriacee, con margine leggermente spinoso ed è meglio indossare i guanti quando ci si avvicina per eventuali interventi di potatura o trattamenti per non rischiare di pungersi.
Il suo fusto è scuro e liscio.

 
Come ho già accennato, proprio all'inizio della primavera produce vari boccioli, (in questo momento la nostra mahonia ne è carica) che si trasformano in piccoli grappoli di fiori a stella, dal profumo fragrante e di colore giallo-limone, che attirano api e altri insetti utili.
Il profumo di questi fiorellini è facilmente percettibile essendo ancora poche nel giardino di marzo le piante già fiorite.
 

Ai fiori susseguono i frutti, bacche violacee e ovali simili a piccole olive, molto decorative, e che rimangono sulla pianta per tutta l'estate.
Oltre allo scopo decorativo, le bacche di mahonia hanno il vantaggio di essere commestibili e di attirare gli uccellini, avendo un alto contenuto zuccherino.
Possono venire utilizzate anche per preparare confetture e conserve.

 


La mahonia japonica può essere coltivata sia in vaso che in piena terra, ma la sua resa in piena terra è sicuramente maggiore, arrivando a dimensioni vicine ai 3 metri di altezza e di larghezza.

Si possono utilizzare come esemplari singoli, oppure come siepi, tenendo conto che hanno una crescita piuttosto lenta.

Può essere coltivata in quasi tutti i tipi di terreno, purché ben drenato, ma predilige quello acido. 
Il suo posizionamento ideale è a mezzo'ombra; posta in pieno sole, soprattutto in luoghi con estati torride potrebbe non dare il meglio di sè.

Sopporta senza problemi i freddi intensi se si ha l'accortezza di proteggere le radici con pacciamatura in autunno.


Necessita di annaffiature solo nei primi anni dopo l’impianto, e soltanto nella stagione calda, in quanto una volta ben radicata e sviluppata, è una pianta con poche necessità, che sopporta piuttosto bene brevi periodi di siccità.
Noi la annaffiamo solo in estate e solo una volta la settimana, grazie anche al fatto che si trova a mezz'ombra. 
Le piante a dimora da tempo in zone con estati miti possono accontentarsi dell’acqua delle intemperie.
Le annaffiature sono comunque da effettuare solo quando il terreno è completamente asciutto da qualche giorno.



Per uno sviluppo più rigoglioso, colorazioni più vivaci e maggior produzione di fiori e frutti, si consiglia di fornire del fertilizzante mescolato all’acqua delle annaffiature, oppure di spargere del concime granulare a lenta cessione in primavera.

Avendo uno sviluppo abbastanza lento difficilmente necessitano di potature vigorose; a fine estate, se occorre, si possono asportano i rami secchi o meno sviluppati per dargli un aspetto più ordinato e compatto.
Meglio evitare la potatura a fine inverno, per poter godere della fioritura di marzo, ma anche quella autunnale perché la pianta sta già preparando i boccioli per l’anno successivo.


La nostra mahonia è posizionata nel vialetto pedonale, in un aiuola stretta e poco profonda, senza irrigazione goccia a goccia, ma è comunque stupenda in ogni stagione, come avete potuto constatare in tutte le immagini di questo post, scattate da noi in diversi momenti dell'anno.

Le mahonie japoniche sono piante di facile coltivazione e di ottima resa, quindi non esitate, sceglietele per il vostro giardino e non ve ne pentirete!

 
************************************************************************************************************

11 commenti:

  1. Buenas, enhorabuena por el blog, me gustaría intercambiar enlaces contigo y que nos sigamos mutuamente.
    Un enorme saludo desde http://orgullobenfiquista.blogspot.com/
    http://bufandasybanderasamps.blogspot.com/

    Ciao, complimenti per il blog, mi piacerebbe scambiare link con voi e ci si susseguono.
    Un saluto enorme da http://orgullobenfiquista.blogspot.com/
    http://bufandasybanderasamps.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti e benvenuto nel mio blog!
      Cercherò di seguirti appena riesco, ...anche se non capisco lo spagnolo!
      Ciao, a presto Antonio.

      Elimina
  2. Quello che mi piace di più è il colore caldo delle foglie in autunno, bellissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Geillis, in autunno è una palla di fuoco e nel vialetto risalta un sacco!
      Ma è davvero sempre molto bella e non si è mai ammalata, particolare da non sottovalutare!
      Buona domenica cara.

      Elimina
  3. Ah che bella, ricordo l'ultima foto! la conosco, ne ho un paio di piantine che adoro ma a casa mia è poco apprezzata dagli altri per via delle spine nelle foglie. Peccato perchè è bellissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero un peccato, anche perchè non dovendola nè potare spesso, nè trattare per malattie fungine o altro, non occorre toccarla spesso.
      La sua vista ripaga di gran lunga qualche punturina...;-)
      Ciao Laura, a presto!
      (Ti è arrivata la mia mail?)

      Elimina
  4. E' presente nel giardino della mia vicina e concordo... è davvero una meravigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della tua testimonianza, Lolle.
      Trovo anch'io che sia una pianta da non sottovalutare, nonostante qualche spina.
      Ciao cara, buona giornata.

      Elimina
  5. Ciao Illaria,dopo una lunga ricerca per un arbusto che produce bacche ho trovato questo tuo bel blog,con forse la pianta che cercavo:la Mahonia Japonica…L'unico mio dubbio sull'esposizione…..la vorrei mettere in un punto del giardino dove riceve quasi tutto il giorno sole.Che dici??Potrebbe andare ,o sarebbe un riscio??Grazie mille…
    Un saluto da Harma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Harma.
      La mahonia può stare anche in pieno sole se abiti in una zona non troppo torrida in estate.
      Le bacche non sono tra le più evidenti ma nell'insieme la pianta è molto bella, fa solo attenzione alle foglie molto pungenti ma bellisime in autunno!
      Torna presto, Buon anno!

      Elimina
  6. Dopo ulteriore ricerche,e con questo tuo commento,forse è meglio che cerco qualcos'altro…Io abito fra Firenze e Siena,e ho paura che durante l'estate sarà troppo calda per lei.E anche una pianta piuttosto costoso,e non voglio rischiare.Grazie Ilaria per il tuo interessamento.Ti seguirò volentieri,un felice anno pure a te!!

    RispondiElimina

Sarò felice di leggere e replicare quando possibile tutti i vostri commenti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...